top of page
  • Immagine del redattoreMLT

L'interior design per depurarci dai device

Aggiornamento: 13 set 2023

Siamo sempre connessi a qualche device. Una sfida lanciata da diversi professionisti dell'#interiordesign è quella di progettare spazi che aiutino a #sconnettersi dai device.


Come può l'interior designer aiutarci in questo?

  • Creando ambienti che incentivino le esperienze sensoriali e stimolino la percezione sensoriale

  • creando spazi che promuovano l'interazione tra le persone

  • scegliendo complementi che favoriscano l'interazione tra le persone e gli oggetti materici.

Come raggiungere questo obiettivo?

  • con una carta da parati che ci porti lontano, stimoli la nostra fantasia

  • con oggetti di design che diventino quindi il mezzo attraverso il quale creare connessione, perché invitano all'interazione e non solo all'osservazione

  • con tessuti e materiali che stimolino il tatto e l'olfatto.

Ecco perché Inkiostro Bianco (oggi vi voglio presentare questo marchio ma potrei citarne anche altri) ha creato delle carte da parati che ci invitano a vedere porte e spazi che non esistono, ma che ci proiettano altrove con la fantasia; oppure ad immaginare di essere circondati da pesci e di nuotare assieme a loro. E, ancora, rivestimenti in legno che non puoi non aver voglia di percepirli con il tatto.

Con questi oggetti di design vorrei rivalutare il termine soprammobile, che ci sembra superato, ottocentesco, e che sta ad indicare ancora oggi quegli oggetti decorativi, regalati o comprati, che hanno la funzione apparentemente superflua di adornare gli ambienti.

La funzione acquisisce valore e carattere se la facciamo diventare un' esigenza, un valore, un perché.

Affiché questo avvenga, tendenzialmente è bene non esagerare con il numero di soprammobili esposti e, semmai, prediligerne da uno a tre di dimensioni medio-grandi piuttosto che una serie di tanti piccoli oggetti. A meno che l’esposizione non voglia assumere volutamente il carattere di collezione.

Come scegliere i soprammobili? La scelta è dettata dal concept del progetto. Una volta che l’interior designer ha definito il concept assieme al cliente, l’oggetto di design da esposizione va da sé. Come si dispongono i soprammobili? E’ difficile codificare esattamente una regola. In un gruppo di tre-quattro oggetti di dimensioni diverse, in genere si segue la regola della fotografia: gli oggetti più grandi dietro, quelli più piccoli davanti. Per tutto il resto vige sempre la regola del buon gusto.


26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page