top of page
  • Immagine del redattoreMLT

Colori freddi alle pareti ed è quasi cromoterapia

Aggiornamento: 28 feb 2022

La vista di un colore comporta nella mente umana una reazione emotiva: può far sentire più allegri, più tristi, più motivati o più depressi. Questo accade perché il nostro cervello, senza che ce ne accorgiamo, associa ai colori che vediamo sentimenti e stati d'animo che abbiamo provato in passato, spesso legati al nostro inconscio.

Ognuno può reagire differentemente quando si trova di fronte ad un certo colore. Ma ci sono reazioni più comuni ed è per questo che i colori vengono classificati in freddi e caldi secondo una "temperatura" che è legata al tipo di emozione che riesce ad evocare nella mente umana.

La "teoria del colore" indica come colori "freddi" il blu, che è il colore primario, il violetto, l’indaco e il verde.

Che significato portano con sé i colori freddi?

Nel campo della moda, dell’interior design, della cosmesi e grafico, queste cromie blu sono utilizzate per evocare concetti quali eleganza, creatività, professionalità, responsabilità ma anche mistero.

E' bene utilizzarle quindi in quegli ambienti dove si cerca la tranquillità e la concentrazione.

Gli elementi della natura che entrano in gioco con questi colori sono ovviamente l' acqua, il mare e la notte.

A quali colori vanno abbinati i blu e gli azzurri? Se abbinati a tonalità neutre (bianchi, beige, colori pastello) danno un effetto classico allo stile. Perfetto questo abbinamento anche per lo stile Japandi.

Se abbinati al rosso, rosso mattone e arancio possono essere una buona palette colori per uno stile Boho chic.

Il blu elettrico, sicuramente non un colore tipico dello stile Japandi, si può utilizzare per questo stile se si vuole creare un progetto estroso e puntare su un mood Pop o Boho.

Le tonalità verdi, invece, trasmettono in genere speranza e sono simbolo di rinascita di sicurezza (vi ricordate il detto "Chi di verde si veste di sua beltà di fida"?).

Automatico è il collegamento mentale con il verde delle piante e il bosco. Le tonalità verdi verranno utilizzate, quindi, quando si vuole dare all'ambiente di arredo una connessione con la natura (perfette per lo stile Japandi ma soprattutto per lo stile Jungle).

A quali tonalità si abbinano bene i verdi? Alle altre tonalità fredde sopra menzionate, oppure ai marroni e ai rosa.

foto Pinterest

Il viola fa un'eccezione, perché essendo formato da un colore caldo (rosso) e un colore freddo (il blu), può essere sia caldo che freddo a seconda delle sfumature. Poiché è associato a fantasia, creatività e sensualità, è indicato nell'interior design per creare ambienti originali, diversi, inafferrabili o ambigui e per stimolare la parte creativa di sè.

Colore più caratteristico dello stile Boho e Deco', può comunque trovare utilizzo nel Japandi se si vuole dare molta personalità e originalità a tale stile.

foto Pinterest

Quali fragranze per l'ambiente abbinare affinché l'effetto del colore scelto venga amplificato e ci sia una stimolazione cromatica ed aromatica in sinergia ?

Alle tonalità blu si possono abbinare note fresche e aromatiche quali le note marine ma anche la lavanda dall'effetto calmante, perfetta anche per le tonalità viola chiaro e lilla.

Nel caso dei viola vinaccia e viola scuro, l'ambra e l'incenso regaleranno un effetto orientale e misterioso.

Ai verdi si possono abbinare note verdi, note muschiate, legnose e il vetiver. Anche un accordo di cuoio può accompagnare le tonalità marroni.

Se ti è piaciuto l'articolo metti un like e condividilo.









30 visualizzazioni0 commenti
bottom of page