top of page
  • Immagine del redattoreMLT

Colori caldi alle pareti ed è quasi cromoterapia

Aggiornamento: 4 apr 2022

Nel precedente articolo vi ho detto che i colori generano emozioni. Come avviene questo?

I colori attivano i circuiti del nostro sistema limbico deputato all’elaborazione delle emozioni e altre aree del cervello collegate alla percezione e al processo decisionale.

La tendenza 2022, comune a molti settori, è quella di utilizzare il colore per trarre beneficio. Osate pure allora con i colori! Anche se scegliete lo stile Japandi? Sì. Ma scegliete tonalità desaturate se vi piace mantenere la coerenza dello stile.


Ora analizziamo i colori "caldi" e capiamo perché sono detti così.

Essi sono il rosso, che è uno dei colori primari, il giallo, l'arancione e il rosa e tutte le loro sfumature compreso il marrone; sono definiti in gergo "caldi" perché legati ad elementi che ricordano il calore, l'estate, il sole e l'elemento fuoco.

È presto dedotto, quindi, il significato che portano con sé questi colori: ci trasmettono una sensazione di calore!

Nel campo della moda, dell’interior design, della cosmesi e grafico, queste cromie sono utilizzate per evocare concetti quali amore, passione, ma portano in sé anche un significato nascosto di pericolo, allerta.

Possono essere utilizzati quindi in quegli ambienti dove si vuole creare uno stato di eccitazione, ma a piccole dosi perché aumentano la frequenza cardiaca!

Come utilizzare il rosso e a quali colori abbinarlo?

Volendo giocarlo in un ambiente Japandi, meglio utilizzare tonalità di rosso desaturate quali il rosso mattone o il bordeaux ed abbinarle a tonalità tono su tono o a tinte neutre (bianchi, beige, grigi). Per chi vuole osare di più fino a sconfinare nello stile etnico, può utilizzare il rosso abbinato al viola, suo colore attiguo nella ruota dei colori.

L'arancione, ottenuto dalla combinazione di rosso e giallo, è un colore energetico che trasmette comunicabilità. Può essere abbinato al rosa cipria, ai blu, al verde muschio.

Nello stile Japandi perfette le tonalità pesca, salmone, ruggine in abbinamento a tinte neutre, giallo crema, azzurro carta da zucchero, grigio perla, blu oltremare.

Il rosa, simbolo di giovinezza e innocenza, ispira affetto, amore e protezione. Rende le persone più sensibili e pertanto si associa all’amore altruistico e vero.

Per lo stile Japandi sono adatte i toni cipria, rosa antico e rosa salmone abbinate a tonalità tono su tono, ai neutri, al grigio chiaro, al verde petrolio, al verde salvia, al blu scuro e al grigio antracite.

Il giallo è il colore della luce e per questo associato metaforicamente all'intelletto, al sapere, al calore e alla gioia ma anche alla menzogna, al tradimento e alla follia.

Se si sceglie una moodboard dove è presente il giallo, andrà ridotto al minimo nelle stanze dove si vuole avere relax e meditazione.

Tipico nella tonalità oro per lo stile Deco', può essere adoperato nelle tonalità desaturate ocra, mostarda e senape per lo stile Japandi ma anche nel più luminoso giallo cedro.

Queste tonalità di giallo si prestano ad essere associate ai grigi, al blu scuro e al verde oliva.

Quali note profumate associare a questi colori?

Il rosso e l'arancio richiamano le note fruttate (frutti rossi) e agrumate (arancia).

I gialli scuri posso essere abbinati al patchouli e al sandalo, mentre il giallo cedro o il giallo limone alle note agrumate.

I rosa alle note cipriate e aldeidate ma anche speziate nel caso si utilizzino tonalità di rosa scuro (a me viene in mente il pepe rosa e a voi?).

Per un effetto orientale, non possono mancare incenso e resine.

Se l'argomento ti è piaciuto metti un like condivi il post con i tuoi contatti WhatsApp.

(Per i colori freddi ti rimando al post https://bit.ly/3LGwIBL )







31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page